Terme di Bonifacio Fiuggi arch. Luigi Moretti 1964

un ringraziamento al comune di Fiuggi e ad Aqua e Terme Fuiggi SpA che hanno concesso l’autorizzazione alle riprese.

Terme Berzieri a Salsomaggiore (architetti U.Giusti e G.Bernardini 1923 pitture G.Chini)

Terme di Salsomaggiore e di Tabiano Le Terme Berzieri, simbolo del Termalismo Europeo e della città di Salsomaggiore ed esempio unico di Art Decò termale. furono inaugurate nel 1923. Il Palazzo deve la sua magnificenza allo straordinario apporto artistico di Galileo Chini, maestro del Liberty Italiano, ceramista, pittore e decoratore di fama internazionale che dalla sua esperienza in Oriente presso la Casa Reale, trasse l’ispirazione per le meravigliose decorazioni che qui si incontrano. Il Centro Benessere Berzieri propone percorsi per ogni esigenza all’interno dello splendido palazzo in stile Liberty. Un’esperienza unica al mondo. Nuovo e antico s’incontrano al Centro benessere Berzieri delle Terme di Salsomaggiore, per accogliere in una suggestiva atmosfera liberty chi cerca relax e bellezza. Il massimo del comfort in ambienti esclusivi e raffinati, dove vengono proposti trattamenti a base di acqua termale ispirati alle filosofie provenienti da diversi Paesi. Tre settori di benessere termale su un’area complessiva di circa 4.000 metri quadrati, per vivere un’esperienza unica al mondo.

Stabilimento Zoja alle Terme di Salsomaggiore (F.Albini F.Helg G.Rizzo 1964-67)

http://architettura-italiana.com/projects/319825-franca-helg-franco-albini-oscar-ferrari-stabilimento-zoja-a-salsomaggiore-1964-67   Il 13 marzo 1967, al Parco Mazzini veniva posta la prima pietra dello Stabilimento intitolato a Luigi Zoja, insigne clinico, convinto assertore dell’efficacia delle cure termali, cittadino onorario di Salsomaggiore. Quattro anni prima aveva avuto inizio la demolizione dello Stabilimento Magnaghi, le “Grandiose Terme”, rese inservibili a causa dei danni provocati dalla seconda guerra mondiale. L’area su cui sorgeva il Magnaghi parve in un primo tempo destinata alla costruzione del nuovo stabilimento, in seguito fu invece privilegiata la conca di Parco Mazzini, dove un tempo si svolgevano le gare del concorso ippico e del locale campionato di calcio. Per il progetto era stato bandito un concorso internazionale, al quale avevano partecipato ingegneri ed architetti famosi. Vincitore del concorso era risultato il progetto ideato dall’architetto e designer Franco Albini (1905-1977) che si era avvalso della collaborazione di una collega, Franca Helg con cui da tempo aveva costituito un sodalizio in grado di realizzare progetti importanti. Nella cittadinanza era grande l’attesa del nuovo Stabilimento, che si presentava come un evento ricco di nuove prospettive di sviluppo per Salsomaggiore. Alla sua realizzazione avevano dato un considerevole contributo le istanze sociali presenti nel territorio, anche con delegazioni di cittadini giunti a Roma […]